Esplorazioni 2001

PIPPI (ABISSO SARDU)

È una grotta che si apre nella zona del Biecai, con ben 4 km di sviluppo. Durante il Campo 2004 siamo andati a ‘finire’ il ramo più a monte: le Brabham su Brabham dopo interminabili risalite (non per la lunghezza ma per il disagio!) si sono piantate contro una fratturona alta forse 30 m che sputa un’aria furiosa (come tutto il ramo) ma della larghezza di 5-10 cm… via con il disarmo! Ma ci sono altre cose da vedere in grotta.

da Grotte n. 138 – Igor Cicconetti:

L’avalle della fora del Baus

È stata vista una volta sola fino in fondo, l’acqua scompare in una condotta percorribile (se armata, poiché le pareti sono prive di appigli) e le altre zone sono molto confuse e meritano una visita. Lungo il percorso i soffitti molto alti possono far occhieggiare qualche condotta, bisognerà però armarsi di faro.

L’amonte della fora del Baus

Le Myosotis terminano con un pozzo ascendente ed hanno poca aria, ma un’occhiatina non farebbe male. I rami di Paolo e Marilia sono condotte basse, che terminano su un corso d’acqua abbastanza grosso, che, dopo un saltino, sifonano; seguendo il torrente a monte il soffitto si abbassa e ti dovresti buttare a pancia all’acqua. L’aria, poca, c’è I rami che portano al salone a destra del bivio Brabham/Myosotis sono molto confusi, grossi blocchi delimitano l’ambiente che pare molto grosso, ne abbiamo percorso un solo ramo. Dal salone, inoltre, parte uno stretto meandro ancora da percorrere. I rami di zio Velino terminano dopo poco con una risalita parzialmente eseguita, dove occhieggia un meandro dal quale si scarica una grossa portata di acqua (quasi tutta quella della fora del Baus); a metà dei rami di zio Velino, prima della risalita, troviamo invece un altro salto da prendere in salita in artificiale.

L’avalle della fogna del Maus

Quasi tutta l’aria della grotta si catapulta in queste zone fredde e fangose. Uno stretto passaggio da disostruire succhia una buona parte dell’aria; altra va per camini chiusi e una terza parte segue l’acqua della fogna che semisifona lasciando uno spiraglio dove l’aria entra. La galleria che sifona è grande.

Le gallerie Santa Esmeralda

Solo una punta ne ha raggiunto il fondo: poco si sa, la risalita che porta dalle Santa Esmeralda alla fora del Baus attraverso il Rio Avecki è stata fatta solo in quella punta. Bisognerebbe andarci almeno per capire che giro fa l’aria. Il ramo della Lavandaia si succhia una parte di aria delle gallerie. Dove va? È stato percorso in parte ed è molto confuso, numerosi sono i crolli e grossi massi delimitano grandi ambienti, ma non si sono fatti grandi indagini. L’amonte delle gallerie è formato da ambienti di crollo con grossi massi, che hanno visto pochi speleologi.

I pozzi

Non molto da dire, quasi tutto è stato fatto, ma, se la memoria non mi inganna, nel ramo Pippi, dopo il primo pozzo, dopo il traverso, al posto di scendere si fa una piccola risalita; da lì un P10 ti porta nella sala di Damocle, attraverso la quale si perviene ad uno stretto condotto con aria, che presenta una strettoia a Z che io non ho passato.

KHYBER PASS

Khyber Pass è una zona laterale delle gallerie di ingresso di PB, è quella piú a Sud, insomma è uno dei confini tra PB e il nulla.

Ogni tanto qualcuno ci provava a superare il confine, ma solo la cocciutaggine di pochi ha permesso di sfondare.

Strettoiette ventose piene di fango, passaggi buffi, ma sempre umidi, bassi meandri di interstrato, logicamente umidi, poi l’impermeabile. Ma niente gallerie. Ancora strettoie, stavolta su impermeabile.

Poi arriva la prima punta del Campo 2001. Siamo alla base di un grande camino. L’idea è risalirlo, ma…. strettoia, si passa. Poi il lungo scivolo nero. 80 metri inclinati a 45° dove impermeabile e calcare ti lasciano 50 centimetri di spazio per passare. Sembra non finire mai, ma finirà quando un grande arrivo ha finalmente deciso di portare acqua a sufficienza per scavare una galleria. 300 metri di grande galleria.

L’estate è finita, l’attenzione si rivolge soprattutto ai Trichechi, abisso poco invernale. Ma quest’inverno KP ci aspetta.